Perforazioni orizzontali

Nuova posa senza scavo di tubazioni per l'alimentazione e lo smaltimento

La perforazione orizzontale viene utilizzata ad esempio per la posa longitudinale, le condutture sottopasso e i sottoattraversamenti di edifici, per interventi di drenaggio e irrigazione, per la posa di cavi nella tecnica di controllo del traffico e per interventi di protezione di argini e declivi. Le applicazioni principali sono costituite da pose longitudinali e condutture sottopasso di diametro fino a 600 mm. Il controllo della perforazione avviene mediante rotazione della testa di perforazione pilota piegata nel foro di perforazione. In ultima analisi, un getto d’acqua taglia una cavità sotterranea.

Una sospensione di perforazione fluisce ad alta pressione dalla testa di perforazione, allenta il terreno e le pietre e trasporta i frammenti di perforazione dal relativo foro. La sospensione di perforazione viene scelta in base al sottofondo e può contenere, oltre alla bentonite, un minerale argilloso, anche altri additivi, che possono avere un effetto di sostegno ulteriore sul canale di perforazione.

In funzione del diametro del tubo auspicato, in seguito alla perforazione pilota sono necessarie diverse perforazioni di allargamento per preparare il canale di perforazione per il lavaggio della condotta che trasporta i fluidi. Un dispositivo battente che può essere inserito in terreni pietrosi fino alla classe 5, in parte anche classe 6, facilita non solo l’avanzamento ma anche il processo di comando. Nel caso di perforazioni nella roccia, si collega a monte un motore di perforazione con scalpelli a rulli.

Secondo il foglio di lavoro DVGW GW 321 „Steuerbare horizontale Spülbohrverfahren für Gas- und Wasserrohrleitungen – Anforderungen, Gütesicherung und Prüfung“, ossia “Perforazioni orizzontali teleguidate per tubazioni dell’acqua e del gas – requisiti, assicurazione di qualità e collaudo”, le tubazioni per il rinnovo di reti dell’acqua potabile devono corrispondere almeno allo stadio di pressione di 10 bar. Durante il processo di inserimento, i tubi non devono essere sollecitati oltre le forze di trazione consentite. Pertanto, secondo il foglio di lavoro del DVGW GW 321 e/o su richiesta del committente, si devono misurare e protocollare le forze di trazione agenti direttamente sul tubo del fluido. La misurazione ha luogo con un misuratore della forza di trazione installato a monte del tubo da inserire. Per effetto delle sollecitazioni meccaniche che si formano con questo procedimento di posa, soprattutto nel caso di diametri ridotti del tubo, si dovrebbero utilizzare soltanto tubazioni della serie SDR 11.

La durata d’utilizzo della tubazione appena posata dipende dal grado di integrità. Danni inferiori al 10% dello spessore della parete del tubo vengono tollerati dal materiale; i graffi e le rigature di maggiore consistenza riducono la durata di utilizzo della tubazione. Per questo motivo, anche nel regolamento DVGW GW 321 si raccomanda l’utilizzo di tubi con rivestimento protettivo. L’egeplast SLM®RCplus DCT offre la sicurezza di un tubo con rivestimento protettivo e consente inoltre una semplificazione dell’assicurazione della qualità e del controllo del mancato danneggiamento della tubazione posata.